Il nuovo stadio della Roma sorgerà a Tor Di Valle

Oggi 30 dicembre 2012 ad esattamente 500 giorni dall’acquisto da parte del gruppo di Americani della Società AS ROMA, la dirigenza del club giallorosso rappresentata dall’ad Claudio Fenucci in conferenza da Trigoria insieme al presidente James Pallotta, e il CEO Italo Zanzi in video conferenza da Orlando, hanno annunciato che la costruzione del nuovo impianto sportivo di proprietà sarà costruito entro nella zona di Tor Di Valle e molto probabilmente potrà essere inaugurato nella stagione 2016-2017. Presente all’evento anche il sindaco della capitale Gianni Alemanno e il costruttore Luca parnasi, il primo cittadino di Roma è stato tra i primi a parlare dopo l’introduzione da parte dell’amministratore delegato giallorosso Fenucci: «E’ un momento molto atteso per la città di Roma: è dal 2008 che ci auguravamo una proposta da parte della Roma per l’area del nuovo impianto di proprietà e finalmente ora possiamo fare l’annuncio: il nuovo stadio della Roma sorgerà a Tor di Valle».  La parola poi passa al Ceo Italo Zanzi insieme al presidente Pallotta e al capitano Francesco Totti in conferenza da Orlando, queste le parole di Zanzi: «Siamo molto felici di poter fare questo annuncio storico e siamo grati alla Disney di poter fare qui il ritiro invernale. Roma è una città di stadi: dal Colosseo all’ Olimpico: uno stadio che non sarà secondo a nessuno. C’è ancora molto lavoro da svolgere e ulteriori dettagli saranno annunciati nei prossimi mesi. La location individuata per il nuovo impianto sarà Tor di Valle. La nostra previsione e di inaugurare lo stadio nella stagione 2016-2017. Possiamo anticipare che la capienza sarà di 55.000-60.000 spettatori. Lo stadio sarà finanziato privatamente avvalendosi della legislazione vigente. Siamo lieti di annunciare che il responsabile del progetto sarà ‘Parsitalia’, società rappresentata da Luca Parnasi». Tocca ora al patron Pallotta il quale dichiara: Quella di oggi è una giornata speciale per i tifosi e per la città di Roma. L’annuncio di oggi rientra nel nostro piano di rendere la Roma un club competitivo a lungo termine. E’ stato un processo lungo, un lavoro ben svolto dalla proprietà nell’ultimo anno: questo è un segnale di fiducia verso un paese come l’Italia e della sua economia. Siamo stati fortunati ad aver incontrato un partner così importante come Luca Parnasi». A chiudere la conferenza stampa – com’è giusto che sia – tocca al vero simbolo della Roma – Francesco Totti – che non poteva mancare a questo grande appuntamento: «A nome della città di Roma – le parole del capitano giallorosso – voglio ringraziare Parnasi e Pallotta per aver realizzato un sogno: i tifosi della Roma meritano questo stadio di proprietà per centrare obiettivi importanti». 500 giorni sono passati da quel 18 agosto 2011 quando i nuovi proprietari acquistavano la Roma e oggi per tutti i tifosi giallorossi sarà una data importante soprattutto perché da oggi il sogno del nuovo stadio potrà esaudirsi in una realtà concreta.

Gabriel De La Cruz